Il box doccia di qualità secondo Indigo

Per progettare un box doccia di qualità sono necessari una buona capacità di valutare gli spazi e grande attenzione. Gli elementi da non trascurare sono la facilità di pulizia, la sicurezza e la durata dei materiali. Se il lato estetico ha grande importanza, altrettanto importante è la funzionalità del box doccia. Vediamo come progettare il migliore box doccia seguendo i consigli di Indigo, lo specialista di arredo bagno.

Le componenti del box doccia

Dal punto di vista strutturale il box doccia si compone di un telaio che dona stabilità alla struttura e su cui sono applicate due o più pareti che schermano e permettono all’acqua di non uscire all’esterno. Per le sue caratteristiche il telaio è solitamente costruito in metallo, principalmente acciaio inox e alluminio. Il primo materiale è il più costoso, ma permette la realizzazione di strutture più solide e stabili, oltre ad essere inossidabile.

L’alluminio, invece, consente più lavorazioni a un costo inferiore e si presta a trattamenti termici che ne aumentano la resistenza. Tuttavia, la struttura in alluminio è maggiormente visibile e diminuisce la valenza estetica del box doccia.

Oltre al telaio, il box doccia è costituito dalle pareti e in questo caso i materiali più utilizzati sono la plastica e il cristallo. Secondo gli specialisti di Indigo, la plastica è una soluzione sconsigliata, per motivi di sicurezza, estetica e igiene. Il miglior box doccia in assoluto è il box doccia in cristallo, dall’alto valore estetico. Proprio il vetro permette di effettuare decorazioni particolari con varie metodologie di lavorazione e in caso di rottura è un materiale sicuro, dato che si frantuma in piccoli pezzi dalla pericolosità contenuta.

Inoltre, chi sceglie di acquistare un box doccia in cristallo Indigo può effettuare lavorazioni diverse quali serigrafie e dare al box doccia effetti particolari rendendolo una componente di spicco della stanza da bagno. Per questo il cristallo si conferma come il materiale perfetto per ogni tipo di bagno.

Progettare il box doccia: guida all’acquisto

Prima di acquistare il box doccia è bene prendere con attenzione le misure e considerare le caratteristiche della stanza da bagno. Le misure del piatto doccia influenzano la scelta, anche se solitamente questo elemento del box doccia ha dimensioni standard. Sempre per quanto riguarda il piatto doccia è importante verificare che sia perfettamente perpendicolare al muro per non limitare la capacità della cabina doccia di aprirsi correttamente.

Chi dispone di grandi spazi in casa potrà scegliere un box doccia ampio e di misura rettangolare, anche se la soluzione più pratica ed economica rimane il piatto doccia quadrato con relativo box doccia quadrato. Sul mercato si trovano anche box doccia a semicerchio, perfetti per i bagni più piccoli e che permettono di facilitare l’apertura della porta o collocare altri elementi di arredo nella stanza.

Il box doccia più adatto allo stile del bagno

La scelta del box doccia secondo gli specialisti di Indigo va fatta prestando grande attenzione alle caratteristiche dell’ambiente in cui verrà collocato. Tra i nostri box doccia puoi trovare soluzioni minimaliste ed essenziali in vetro temperato completamente trasparente, ma anche box doccia adatti all’arredo classico o vintage. Nella scelta delle cabine doccia è importante anche la distinzione tra box doccia con profili, adatto al bagno dal gusto classico, e box doccia senza profili, adatto al bagno dal design più moderno. Molto apprezzate da chi cerca un arredo contemporaneo sono i box doccia walk in, ideali per le stanze di grandi dimensioni.

Manutenzione del box doccia

Il consiglio in più quando si parla di box doccia è di fare grande attenzione alla manutenzione, pulendo con regolarità il piatto doccia e le pareti. In particolare, i modelli con rivestimento in metallo e vetro trasparente sono soggetti alla formazione di calcare oppure si ossidano nel tempo.

Per pulire il box doccia è importante usare i prodotti adatti, specifici per il tipo di superficie da lavare. Una corretta manutenzione permetterà di non avere un vetro opaco con macchie e segni di calcare sulla superficie. Sempre per quanto riguarda la manutenzione del box doccia è importante che in presenza di ante scorrevoli ogni componente funzioni alla perfezione.

Infine, il box doccia ideale è un box doccia sicuro e per questo se il piatto doccia è liscio si dovrà acquistare un tappetino per evitare il rischio di cadute.

I box doccia Indigo

Sul nostro sito puoi trovare diversi modelli di box doccia adatti ad ogni esigenza. Pensiamo, ad esempio, al box doccia con porta scorrevole e apertura laterale Euribia 1904 o al box doccia Euribia 1900, con porta scorrevole e apertura centrale. Molto richiesti per arredare i bagni più spaziosi sono il box doccia con porta battente Euribia 1905 e il box doccia con porta a 2 battenti Euribia 1906. Infine il nostro catalogo di arredo bagno si completa con il box doccia walk in Euribia 16003 e il box doccia con pareti fisse Euribia 19. Infine, ricordiamo i box doccia più originali come Euribia 1901, ad apertura semicircolare o Euribia 1902 ad apertura angolare.

Come vedi la scelta di cabine doccia per il bagno è veramente ampia e pensata per rispondere alle diverse esigenze. Chi cerca una cabina doccia di qualità troverà in Indigo il fornitore ideale, capace di stupire tutti coloro che hanno la passione per il design, ma non vogliono rinunciare a praticità, funzionalità e durata nel tempo del box doccia.